Riabilitazione e stimolazione cognitiva - Mindfulness, Corsi MBSR, Psicolologia, Psicoterapia a Vimercate

Vai ai contenuti

CHE DIFFERENZA C'E' TRA UNA RIABILITAZIONE E UNA STIMOLAZIONE COGNITIVA?

La riabilitazione neuropsicologica è rivolta a persone di qualunque età che hanno subito una lesione cerebrale.
 
È un intervento mirato a ristabilire il funzionamento cognitivo della persona il più vicino possibile a com’era prima dell’insorgenza dei deficit.  Si riabilitano determinate funzioni cognitive (attenzione, memoria, linguaggio, capacità visuo-spaziali, ragionamento ecc) con l’intento di recuperarle. È un programma personalizzato, cioè mirato alle caratteristiche, ai bisogni e alle necessità di quel singolo paziente e della sua famiglia.
 
 
La stimolazione cognitiva è un intervento globale che agisce su più funzioni cognitive, in genere viene effettuata in persone con deterioramento cognitivo (da lieve a moderato).
 
Questo intervento non ha come obiettivo il recupero delle abilità cognitive perse o danneggiate  ma il  mantenimento  di quelle funzioni che ancora non sono state compromesse dalla malattia. Si parla di stimolazione cognitiva quando non è possibile un recupero delle difficoltà ma, attraverso un costante allenamento, si può cercare di contrastarne l'impatto.  
 
Le sedute di stimolazione cognitiva sono utili  per allenare le funzioni cognitive anche di persone che non hanno nessuna compromissione ma che vogliono sentirsi attive sul piano cognitivo.  
 
A cosa serve la riabilitazione neuropsicologica?

La riabilitazione neuropsicologica ha l’obiettivo di favorire una maggiore autonomia ed integrazione psico-sociale dell'individuo.
 
Serve a favorire il recupero delle abilità cognitive danneggiate per compensare i deficit e migliorare le capacità di adattamento della persona e della sua famiglia.
 
I cambiamenti del paziente vengono monitorati costantemente per valutare se i cambiamenti sono quelli attesi o se è necessario modificare le tecniche di intervento o gli obiettivi.

 
Come funziona la riabilitazione neuropsicologica?

Dopo un'accurata valutazione neuropsicologica viene concordato il piano d'intervento.
 
Il programma di riabilitazione cognitiva prevede un ciclo di almeno 10 sedute individuali a cadenza settimanale della durata di 50-60 minuti, in cui vengono proposti esercizi (sia carta-matita che computerizzati) con graduali livelli di difficoltà e lavoro a casa.
 

Esistono due metodi:
 
- restitutivo:   gli esercizi sono rivolti direttamente a stimolare la funzione colpita.  
 
- compensativo:  gli esercizi sono rivolti ad insegnare alla persona a compensare la funzione danneggiata con un'altra. Esempio:  nel caso di un problema di memoria (amnesia) è possibile compensare questo deficit  insegnando alla persona ad utilizzare  agende e strumenti elettronici per ricordarsi eventi e appuntamenti.

 
A cosa serve la stimolazione cognitiva?

La stimolazione cognitiva agisce sulle funzioni cognitive affinché queste possano conservarsi sufficientemente efficaci per prevenire o rallentare il deterioramento cognitivo proprio della demenza, di altre malattie progressive capaci di alterare il funzionamento delle abilità cognitive (ad esempio Morbo di Parkinson, sclerosi multipla)  e, non per ultimo, del fisiologico processo di invecchiamento.
 
Per ottenere un invecchiamento attivo è utile infatti, mantenere allenate le proprie funzioni cognitive, ricordiamoci che il cervello risponde al motto “ o lo usi o lo perdi”.

Come funziona la stimolazione cognitiva?

Il programma di stimolazione cognitiva prevede un ciclo di almeno 10 sedute individuali di “ginnastica mentale”, a cadenza settimanale della durata di 50-60 minuti, in cui vengono proposti esercizi (sia carta-matita che computerizzati).
 
Nel corso degli incontri vengono proposte nuove tecniche di memorizzazione, vengono allenate le capacità di attenzione, di ragionamento,  di memoria e di  linguaggio permettendo l'acquisizione di  una maggiore fiducia nelle proprie capacità.




Centro TenerAmente - Via Pellegatta, 34
20881 Vimercate (MB)
     Mindfulness: +39 348-4414773
    Psicoterapia: +39 348-396673
     info@teneramente.it        
Dr.ssa Kathleen De Lille P.IVA 02377790965
Copyright Teneramente 2017-2018
Created by C.B. V. 181115-x1704
Torna ai contenuti